Bassetti ospedali al collasso: colpa di chi semina il panico

Di Francesco Paolo Tondo

Deriva da Brescia, in Italia, il primo medicinale/integratore spray di tipo genetico per prevenire e curare il Covid. La medicina in questione, Endovir stop spray,totalmente naturale, non e’ un sufficiente mezzo di cura del Covid ma di sicuro un arma in piu’ efficace e non tossica.

L’endovir stop e’ formato da molecole di polifenolo dell’olio di oliva e ciclodestrine, ossia un connubio modificato di grassi e zuccheri, che inibiscono l’endocitosi sul grasso della pelle, foriero di Covid; cio’ e’ possibile mediante il bloccaggio del recettore Ace 2, che innesta il covid nel corpo, oltre che altre malattie respiratorie.

L’endovir stop, capolavoro di tecnologia genetica italiana, e’ stato insignito del primo premio, a livello europeo, in qualita’ di miglior rimedio farmacologico anticovid 19.

L’unico problema, si spera momentaneo, nella recapitazione su larga scala dello spray genetico in questione, consiste nella scarsa distrubuzione: quest’ ultima, purtroppo, e’ causata dalle mastodontiche catene di distribuzione in mano privata ed oriunda, che hanno le armi per boicottare prodotti migliori a quelli in loro possesso, o che comunque ridimensionano lo strapotere della grande distribuzione. Grande distribuzione in tutti i settori cardinali in Italia ma non solo, da rendere quasi totalmente pubblica o subordinata al pubblico, al fine di dotare il popolo di celeri ed efettivi strumenti di autodifesa e democrazia.

Se si pensa che a causa del monopolio privatistico della grande distribuzione farmaceutica ma anche libraria e mediatica, e’ stato inibito il recettore della cura di Bella per i tumori, efficace, oppure se si allude al fatto che la letteratura commerciale odierna e’ dominata da libri e scrittori mediocri rispetto al passato, diviene opportuno slegare il potere legittimo nel commercio statale, dalle grinfie dei privati. Infine e’ vitale che i privati stessi, in questa prospettiva, siano esautorati dal controllo dei centri di produzione virale per sventare immissioni pandemiche colpose o involontarie, come e’ avvenuto con il Covid; riuscire infine a sottrarre le banche e la produzione monetaria dalla discrezionalita’ degli stessi macrorganismi transnazionali privati, si rivelerebbe un volano irreversibile di crescita.

Lascia il tuo commento
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *