Sorpresi a confezionare la droga in casa

Si comunica, nel rispetto dei diritti dell’indagato (da ritenersi presunto innocente in considerazione dell’attuale fase del procedimento – indagini preliminari – fino ad un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile) ed al fine di garantire il diritto di cronaca costituzionalmente garantito, che nella scorsa serata i Carabinieri della Stazione di Barletta, nell’ambito di mirati servizi volti al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato tre soggetti, un ventenne, un ventiduenne e un cinquantenne, tutti pregiudicati ad eccezione del più anziano, poiché colti nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari dell’Arma, nella zona limitrofa a via Canne, da alcuni giorni tenevano sotto osservazione un’abitazione all’interno di un complesso residenziale poiché avvedutisi di un continuo viavai di persone che a tutte le ore del giorno e della notte entravano e uscivano. Dopo alcuni ulteriori accertamenti, i militari sono entrati nell’androne del condominio, hanno individuato l’abitazione e dopo aver bussato alla porta, hanno fatto irruzione nell’appartamento all’interno del quale hanno sorpreso i soggetti intenti a confezionare lo stupefacente. I militari hanno rinvenuto 250 gr. di sostanza stupefacente del tipo marijuana, confezionata in 120 dosi, la somma contante di euro 200,00, nonché di un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento dello stupefacente. I tre soggetti venivano quindi portati in caserma e successivamente tradotti presso la casa circondariale di Trani su disposizione del Sostituto Procuratore di turno, avvisato dai militari. Si precisa che il procedimento si trova nella fase delle indagini preliminari e che, all’arresto, seguirà l’interrogatorio di garanzia e il confronto con la difesa dell’indagato, la cui eventuale colpevolezza, in ordine ai reati contestati, dovrà essere accertata in sede di processo nel contraddittorio tra le parti.

Lascia il tuo commento
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail