Sea-Watch vuole inviare una nuova nave di salvataggio nel Mediterraneo dichiara “guerra” alla Meloni

Più veloce, più grande, più efficiente: l’organizzazione Sea-Watch ha in programma di aggiungere un’altra nave al suo servizio di salvataggio in mare nel Mediterraneo. Il “Sea-Watch 5” è una “sfida” contro il nuovo governo di destra in Italia.

L’organizzazione umanitaria tedesca Sea-Watch ha annunciato l’ intenzione di inviare una nuova nave di salvataggio nel Mediterraneo centrale. Il “Sea-Watch 5” è “più veloce, più grande e più efficiente dei suoi predecessori”, si legge in una nota. Secondo l’organizzazione, sta reagendo anche all’esito delle elezioni parlamentari   in Italia.

“Invece di ‘madre, italiana, cristiana’ diciamo ‘salvataggio in mare, diritti umani, Sea-Watch 5′”, ha spiegato il membro del consiglio di Sea-Watch Johannes Bayer, riferendosi all’autodescrizione della vincitrice delle elezioni di destra Giorgia Meloni . L’organizzazione umanitaria ha definito la nuova nave una “dichiarazione di guerra allo spostamento a destra in Italia”. I voti per il partito Fratelli d’Italia (FDI) di Meloni e la sua alleanza sono stati anche voti “per una restrizione illegittima del diritto di asilo e migrazione”, si legge nella nota.

Lascia il tuo commento
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *