Ron Watkins, meglio conosciuto da molti come CodeMonkeyZ, ha detto a Gateway Pundit che il materiale che ha pubblicato era solo l’uno percento di tutto ciò che possedeva. Per lui era importante che tirasse fuori la parte che mostra che il CEO di Dominion che ha spergiurato quando ha detto che le macchine non potevano essere collegate. Ma tecnicamente è possibile.

Un informatore che a quanto pare si è rivolto a lui non solo aveva la password per le macchine, ma è stato anche in grado di dimostrarlo con schermate che ha scattato all’epoca. C’era anche un piccolo estratto video in cui hai appreso in pochi secondi che il CEO di Dominion John Poulos aveva mentito sotto giuramento.

L’informatore ha contattato il sistema di gestione delle elezioni del Dominio con il filmato.

Sono i dati di un seggio elettorale in uno degli stati che utilizzano il software e l’hardware Dominion (non l’Arizona).
Come si può vedere nel video, l’informatore parla prima con un rappresentante di Dominion su chi ha la password del BIOS.

Si scopre anche che lo STATO ha la password, non Dominion e non il seggio elettorale. Finora, le persone hanno mentito pesantemente qui, afferma il redattore.

Successivamente, l’informatore chiede al dipendente di Dominion informazioni sulla connettività e se i dispositivi possono essere collegati a Internet: Sì, è possibile.

Questa è una notizia sensazionale enfatizzano i giornalisti statunitensi di Project Verutas che lavorano a questo caso.

Ron Watkins dice dell’identità del suo informatore:

Il nostro informatore non è dell’Arizona. 
Il nostro informatore proviene da uno dei tanti altri stati che hanno utilizzato il software Dominion. 
Il nostro informatore ha fatto di tutto per registrare e archiviare tutto il possibile in dettaglio. 
Tanta fiducia è stata riposta nel nostro informatore che ha ricevuto istruzioni su come modificare il BIOS.

Come:

Il nostro informatore è un eroe. 
Il nostro informatore è un patriota. 
Il nostro informatore aveva accesso a tutte le password. 
Il nostro informatore ha scattato foto di ciò che si nascondeva dietro queste password.

E ovviamente potrebbe essere anche una donna…

Katie Hobbs .. . 
Chi ha il conto di garanzia in AZ? Il video dell’informatore mostra che lo STATO dell’informatore ha la password. Non il distretto. Non il venditore. E l’Arizona? 
(Katie Hobbs è il Segretario di Stato dell’Arizona, responsabile delle elezioni statali. Una lettera allegata al link conferma che sembra avere tutto.)

Nel video dell’informatore, ENTRAMBE le voci erano mascherate.

Ron Watkins: Ho appena notato che il rapporto sulla trasparenza di CyberNinjas elenca tutti i fondi ricevuti fino al 28 luglio e che l’AZGOP (Partito Repubblicano dell’Arizona) non è menzionato in tale elenco.
L’AZGOP ha sollecitato donazioni per la perizia forense a Maricopa?
Se AZGOP ha chiesto donazioni per l’esame forense a Maricopa, perché non ha inviato soldi?

The Deep Rig mostra la frode sistematica nelle elezioni del 2020 attraverso gli occhi di hacker, esperti e avvocati che sono in prima linea per scoprirlo.

Ora è online GRATUITAMENTE: Scheda di rete Dominion.

Secondo la schermata del BIOS , i server Dominion avevano effettivamente una scheda di rete installata.

L’etichetta “NIC integrata” è visibile in alto.Avvio USB

Nel sistema di gestione delle elezioni, che è responsabile del conteggio dei voti e della generazione di rapporti per il distretto, l’USB è stato abilitato in prima linea.
Stranamente, è stato attivato anche il “supporto di avvio USB”.

CodeMonkeyZ chiede: è possibile utilizzare il supporto di avvio USB per compromettere un computer? Ovviamente conosce la risposta.Opzioni del gestore di avvio

Le opzioni di avvio del gestore di avvio sono: 
1. unità ottica con connettore SATA integrato – DVD/CDROM EFI 1. 
2. dispositivo PXE t: partizione 1 della porta 1 della scheda di rete 1 integrata

Che cosa significa “Avvio da dispositivo PXE: controller di interfaccia di rete integrato”?Desktop cloud

Perché Image Cast Central (ICC) ha bisognodelle due opzioni “Wireless” e “Cloud Desktop”?

“Utilizzare il desktop cloud tramite una connessione wireless” è solo un eufemismo per “ACCESSO REMOTO”?

Il ministro della Giustizia dell’Arizona Brnovich ha ora la responsabilità di far rispettare le citazioni in giudizio che Dominion e Jack Sellers hanno ignorato.

Ciò potrebbe essere eccitante se si considera che a quanto pare è stato scoperto nel frattempo chi probabilmente aveva accesso alle macchine tutto il tempo.

Nel frattempo, la senatrice Wendy Rogers e il senatore Sonny Borelli hanno sporto denuncia per violazione delle citazioni in giudizio del Senato.

Mark Brnovich ora ha la palla: dal momento che è candidato al Senato degli Stati Uniti, ovviamente ha bisogno degli elettori. Se lascia cadere la palla, dicono, non sarà in grado di farlo. Ora può dimostrare di stare dietro al popolo dell’Arizona che vuole elezioni eque in futuro. La sua carriera politica sarebbe finita se non avesse agito come gli era stato chiesto di fare.

I risultati finali dell’esame di Maricopa potrebbero essere troppo grandi per essere ignorati, e se AG Brnovich non risponde con chiara fiducia, la sua carriera politica è praticamente finita.

Un mese fa, comunque, ha promesso di combattere. Ha detto in questo modo,
“Per citare Al Davis,” Vinceremo solo, piccola! “.

In una citta’ come Napoli imperversa da decenni un’agone elettorale che si avvale di tattiche occulte ed illeggittime per bloccare partiti e politici “scomodi”, seppure bastino 1500 voti per assurgere a consiglieri comunali: Gaetano Troncone, architetto, imprenditore edile e consigliere comunale per il “Gruppo misto”, nella citta’ di Napoli, non si esime dall’esprimere le proprie preoccupazioni per la presenza di “manine” invisibili che ne possano inficiare le elezioni giacche’ si sia schierato con il biasimato ma anche storicamente piu’ fattivo, ex sindaco Bassolino. Binariamente Enzo Rivellini, ex eurodeputato e presidente dell’autorita’ portuale di Napoli, discendente politico di Almirante e titolare del partito “Napoli Capitale”, indica lo smarrimento nel 2016, del pacco di schede con i voti del suo partito in ottica riconteggio, valido per le elezioni comunali e municipali di Napoli in cui risultava secondo partito per voti dopo Forza Italia.

Lascia il tuo commento
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail