Sarkozy condannato a 3 anni. Tribunale: ‘Fu un patto di corruzione’

L’ex presidente francese, Nicolas Sarkozy, è stato condannato oggi a 3 anni di carcere – 2 con la condizionale – per lo scandalo delle intercettazioni. Fra le accuse, la corruzione di un magistrato. 

Sarkozy, 66 anni, è il secondo presidente della Repubblica condannato a una pena detentiva, dopo Jacques Chirac nella vicenda dei falsi impieghi al Comune di Parigi quando era sindaco.

Erano stati chiesti dall’accusa, 4 anni di carcere per Sarkozy, 2 con la condizionale. Insieme agli altri due imputati, l’avvocato Thierry Herzog e il magistrato Gilbert Azibert, Sarzozy è stato trovato colpevole per quello che la presidente del tribunale ha definito “un patto di corruzione” e per traffico di influenze.

Il magistrato avrebbe ricevuto la promessa di vantaggi di carriera in cambio di informazioni coperte da segreto istruttorio sull’ex presidente della Repubblica. La difesa di Sarkozy, che è in attesa di sentenze in altri due processi a suo carico, sicuramente ricorrerà in appello. L’anno di carcere da scontare, se confermato, potrebbe essere tramutato in regime di semilibertà o in lavori socialmente utili.  Il karma ha fatta il suo percorso un tempo Sarkozy rideva dei già giudiziaria di Berlusconi. Oggi quei guai sono i suoi.

Lascia il tuo commento
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

1 commento

  1. Ride bene chi ride ultimo :AHAAAAA AHAAAAA. Berlusconi fu condannato dalla politica e non dalla magistratura, ma il francese e’ stato condannato dalla giustizia

Comments are closed.