Deriva da un’intervista realizzata con il produttore web/tv Morris San al capo di una loggia massonica italiana, il dato apodittico sulla P2 e Licio Gelli. Il massone del trentunesimo grado sui trentatre’ massimi, alla luce del proprio scafandro volto all’irriconoscibilita’, ha svelato quanto i principali e arcinoti personaggi della politica attuale e passata, ma anche dell’editoria e della scienza di ieri ed oggi, sono a livello globale dei massoni appartenenti ad innumerevoli e variegate loggie mondiali: tra questi Dante Alighieri, Cavour, Draghi, Monti, D’Annunzio, Einstein, Putin, Merkel o Thomas Edison, Berlusconi, Italo Svevo, Giuseppe Ungaretti. 

La verita’ tuttavia clamorosa, sulle affermazioni del capo massone in incognito, riguarda la principale loggia massonica italiana da cui Berlusconi si e’ lanciato, ossia la P2 oggi ufficialmente smantellata ed il suo capo, ma in realta’ prestanome:Licio Gelli.

Il vero capo della massoneria italiana, traspare dalle dichiarazioni del capo massonico intervistato da Morris Sun, era Andreotti, scafato capo effettivo della P2 nonche’ statista di inconfutabile perizia. L’anodeddoto su Andreotti citato dall’intervistato, focalizzava l’assoluta liberta’ di un accolito P2 considerato troppo cruento, di portare con se’ una pistola presso la clinica Tiberina a Roma, in cui era ricoverato, senza che nessuno obiettasse ne’ a cio’, ne’ al proprio omicidio occultato da suicidio all’epoca. 

Licio Gelli per contro figurava il prestanome della P2, con gli sdepti soliti riunirsi nella prestigiosa “Villa Miani” a Roma, in cui tutta la citta’ e l’italia rimane ancora avvolta dal controllo assoluto di organi massonici e vaticani. 

Di Andreotti va rimarcato il fatto che abbia perso l’agone con altre sette massoniche forestiere, tra cui quella israeliana che e’ la piu’ temibile, ed ha dovuto assistere impotente al prodromo di sfacelo economico italiano, dopo che egli stesso, Andreotti, Moro, Craxi, furono fautori dell’affermazione italiana sul podio delle prime tre potenze mondiali, scalzando la Germania nel ‘2000, anno in cui venne decisa la recessione annosa italiana, perpetrata da massoneria isreaeliana, americana, inglese, francese e tedesca, con la decapitazione politica di Andreotti ed accoliti ed ancora oggi in fase di progressione.

Subscribe to our newsletter!

[newsletter_form type=”minimal” lists=”undefined” button_color=”undefined”]
Lascia il tuo commento
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail