Da un editoriale pubblicato sulla rivista britannica “Renovatio21” viene riportato lo sfogo dello scienziato principale nonche’ ex vicepresidente Pfizer, in merito alla sicurezza ed effettivo scopo dei vaccini, specialmente se genici come Pfizer a sua volta compartecipata in maggioranza da Bill Gates. Lo scienziato in questione, passato amministratore capo di Pfizer, ammette il rammarico relativo all’obbligo vaccinale e l’effettiva impreparazione sugli effetti a medio e lungo termine dei vaccini come il suo, in grado di modificare il dna. 

Lo scienziato intervistato da Renovazio21 afferma che sarebbe meglio non vaccinarsi anche se crede che tutta l’umanita’ sara’ costretta a farlo e pertanto rientrera’ in un database in cui a distanza sara’ possibile far ammalare, indebolire o uccidere le persone vaccinate. Questa rientra in un’ottica che lo scienziato protagonista dell’editoriale sul giornale inglese, di depopolamento mondiale suffragate da oligarchie finanziarie e grand’industriali ciniche e fraudolente: lo scienziato dirigente asserisce che tali organi di potere transnazionale che promuovono i vaccini genici e le terapie anti-Covid, sono interconnessi con i governi e le agenzie di sicurezza, per cui tutto il mondo sta mentendo in merito all’efficacia, sicurezza, e motivazioni relative ai vaccini genici ed a quelli per il Covid in generale.

L’esponente della scienza intervistato da Renovatio21 in merito al Covid, si sfoga esecrando l’obiettivo di uccidere o poter uccidere con i vaccini, le persone ed in prospettiva i propri figli, in un programma di sfoltimento popolativo camuffato da salvaguardia mondiale. Ed auspica, tale intervistato, un risveglio comune ed una presa di posizione coordinata mondiale, contro il vaccino, come unica difesa allo spopolamento di massa. Il fatto raccapricciante della questione vaccinale, a detta dell’ex vice-presidente Pfiser, sta nell’obbligo di sottoporsi a piu’ vaccinazioni Covid, alla falsita’ sul pericolo varianti, alla castroneria secondo cui gli asintomatici sarebbero trasmissori virali, infine il costo troppo alto dei vaccini a fronte di costi di produzione piccoli.

Subscribe to our newsletter!

[newsletter_form type=”minimal” lists=”undefined” button_color=”undefined”]
Lascia il tuo commento
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail