Sono sempre piu’ un arcano le condizioni di salute di Silvio Berlusconi, azionista privato di maggioranza del maggior gruppo radiotelevisivo privato in Europa: in seguito ai malori accorsi al quasi ottantacinquenne deputato di Forza Italia, i medici ne hanno prescritto un periodo di riposo forzato, anche a causa della vaccinazione effettuata contro il Covid. 

Berlusconi da presidente del Consiglio italiano si e’ fino all’ultimo rifiutato di sottoscrivere il Fiscal Compact per l’Italia, complice il super ministro dell’economia Tremonti che lo ha affermato recentemente alla televisione. Tuttavia nel 2011 fu compiuto un atto di forza illecito da parte delle cancellerie europee, che in concomitanza hanno avocato il sostegno di Washington, per costringere il cavaliere alle dimissioni; dimissioni ottenute per mezzo di un connubio di diniego di acquisto dei titoli pubblici italiani da parte dell’Europa, forieri di bancarotta, e compravendita di tutti i titoli Mediaset con cui si stava per far collassare l’azienda. In seguito fu inserito il pareggio di bilancio in Costituzione e l’Italia, sebbene incassi maggiormente di cio’ che spende, continua a peggiorare le proprie condizioni economiche, industriali e reddituali. 

Tajani ha confessato del periodo di stasi per Berlusconi con l’obiettivo di rinfrancarlo dalle ultime fatiche.

Lascia il tuo commento
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail