Mandato esplorativo per Fico, finirà così?

Renzi preferirebbe un altro premier politico e proverà probabilmente a misurare la tenuta dei cinquestelle e Dem su un altro premier politico, magari lo stesso Fico. Ma per il Quirinale il mandato è chiaro: verificare se ci siano i presupposti per un Conte ter. Se così non sarà, per il “veto” di Renzi sul nome di Conte, si aprirà una fase nuova gestita dal presidente Sergio Mattarella. E il voto è sempre più vicino. Le elezioni sarebbero uno scenario non sgradito al premier, se dovesse andare in fumo il tentativo del Conte Ter. Su questa linea sono schierati anche i Cinque stelle gli anti-renziani e ultra-contiani vicini ad Alessandro Di Battista. Ma sulle elezioni rischiano di spaccarsi i Dem e anche l’ esercito dei parlamentari del movimento. Ecco perché, tra i ‘pontieri’ più vicini al premier che fino all’ultimo confidavano in un reincarico, c’è chi adesso teme la postilla scritta in calce alla dichiarazione congiunta del centrodestra, che apre uno spiraglio a un governo di larghe intese. E’ proprio su quella postilla che fa gioco Matteo Renzi per sostenere – ancora oggi – che l’unica strada alternativa è un governo politico con una maggioranza di centrosinistra che includa Iv è un governo tecnico, con premier alla Mario Draghi. In realtà un tecnico potrebbe essere chiamato da Mattarella anche a guidare un governo elettorale. E fonti parlamentari non a caso ricordano che quando nel 2018 il capo dello Stato diede l’incarico a Carlo Cottarelli, scattò la molla anti-urne e la corsa alla tanto contestata alleanza M5s-Lega. Nel frattempo Fico “indagherá sulle possibilità di un nuovo Governo ed avrá tempo fino al 2 febbraio. Ad ogni modo le scelte non sono tante, alla fine tutti saranno felici e contenti con un Conte Ter.

Lascia il tuo commento
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail