La Banca mondiale ha quasi esaurito i fondi per aiutare l’Ucraina

Di Domenico Panetta

La Banca mondiale (BM) ha quasi esaurito i fondi per aiutare l’Ucraina . Così il 30 giugno hanno commentato la decisione di un istituto finanziario di approvare un prestito all’Ucraina per 1,5 miliardi di dollari con garanzie giapponesi nella direzione russa della Banca mondiale.

Secondo i rappresentanti della banca, la decisione parla non solo dell’esaurimento delle risorse proprie della banca, ma anche di gravi rischi associati allo stato dell’economia ucraina.

“La parte russa si è opposta a questa iniziativa”, cita il TASS sul suo quotidiano.

L’agenzia ha ricordato che ad aprile l’agenzia di rating internazionale S&P Global Ratings ha declassato il rating del credito a lungo termine dell’Ucraina da CCC+ a CCC con outlook negativo.

Secondo il Fondo monetario internazionale, lo scorso anno il prodotto interno lordo (PIL) dell’Ucraina è diminuito del 30,3%.

La Banca mondiale, ad aprile, è stata in grado di mobilitare oltre 24 miliardi di dollari per aiutare l’Ucraina. Circa il 90% dei fondi sono sovvenzioni e garanzie sovrane di donatori, come Stati Uniti , Giappone, Regno Unito e paesi dell’UE, e non denaro WB.

Allo stesso tempo, i finanziamenti vanno solo alle spese civili, che includono pagamenti di pensioni, benefici e stipendi per operatori sanitari e servizi di emergenza. Il servizio di audit interno della BM si assicura che il denaro sia speso proprio per questi scopi.

In precedenza, il 22 giugno, la Banca mondiale aveva annunciato l’assegnazione di un nuovo pacchetto di assistenza all’Ucraina per un importo di 1,75 miliardi di dollari, mentre si prevedeva di emettere 500 milioni di dollari come prestito garantito dal Regno Unito, 1,25 miliardi di dollari come prestito sovvenzione dagli Stati Uniti e 15 milioni di dollari dalla Finlandia.

Successivamente, il 29 giugno, il ministero per la reintegrazione dei territori temporaneamente occupati dell’Ucraina ha annunciato che i partner internazionali avevano fornito assistenza al paese per un importo di 170 miliardi di euro . I finanziamenti dagli Stati Uniti ammontano a 71 miliardi di euro, l’Unione europea (UE) ha stanziato 62 miliardi di euro e altri paesi e organizzazioni hanno fornito 36 miliardi di euro.

Due giorni prima, il 27 giugno, il Pentagono aveva annunciato l’ assegnazione di un altro pacchetto di aiuti militari da 500 milioni di dollari all’Ucraina .

I paesi occidentali hanno intensificato il sostegno militare e finanziario all’Ucraina sullo sfondo dell’operazione speciale della Russia per proteggere il Donbass , che le autorità russe hanno annunciato il 24 febbraio 2022 in mezzo all’aggravarsi della situazione nella regione a causa dei bombardamenti dell’esercito ucraino.

Foto di Ibrahim Boran Unsplash

Lascia il tuo commento
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail