Interrogativi alieni: America critica e morti anomale

Di Windlander pubblicato sul portale a pagamento Benjaminfulford.net. integrazione ad opera di Francesco Paolo Tondo

L’articolo sottolinea le difficoltà della Veterans Health Administration con strumenti e procedure obsoleti, rispecchiando le sfide più ampie affrontate dagli enti governativi nell’affrontare fenomeni in rapida evoluzione come gli avvistamenti UFO. La spinta per modifiche legislative, come menzionato dal piano del senatore Bill Cassidy per introdurre il VetPAC, riflette uno sforzo concertato per rafforzare la supervisione e migliorare l’integrazione dei servizi all’interno del VA, puntando ad un approccio più trasparente e responsabile. Questa iniziativa per rinnovare il modo in cui il governo gestisce i dati, compresi quelli sugli UFO, segnala un momento critico. Mentre attraversiamo un’era in cui i confini tra noto e sconosciuto sono sempre più sfumati, la richiesta di apertura, tecnologia migliorata e migliori pratiche di gestione dei dati, diventa più forte. La mossa del governo per affrontare questi problemi attraverso la legislazione non mira solo a sostenere meglio i nostri veterani, ma anche a promuovere una cultura di trasparenza che potrebbe ridefinire il modo in cui affrontiamo i misteri del fenomeno UFO ed oltre.

In una sorprendente rivelazione che confonde il confine tra il segreto ufficiale e l’insondabile, l’ex ministro della Difesa canadese, Paul Hellyer, avanza affermazioni che potrebbero alterare per sempre la nostra comprensione del posto dell’umanità nel cosmo. Prima di rivelare un video che cattura l’innovativa affermazione di Hellyer, considerate la gravità delle sue parole: secondo lui, non una, ma quattro specie aliene vivono tra noi, la loro esistenza e’  intrecciata con la nostra in modi che stiamo solo iniziando a comprendere. Questa rivelazione, proveniente da una figura di così alto rango governativo, ci sfida a ripensare tutto ciò che pensavamo di sapere sul nostro mondo e sul vasto ed inesplorato universo al di là. Tutto cio’ e’ documenrato in un video interno al portale Benjaminfukford.net, ed esorta a riflettere sulle implicazioni della conferma di Hellyer: sulla nostra storia, sul nostro futuro e sul tessuto stesso delle relazioni umani-alieni. E’ sempre cruciali, oggi, riflettere sul profondo messaggio trasmesso dal compianto Paul Hellyer, una figura le cui intuizioni sull’ignoto hanno suscitato polemiche e stupore. In una delle sue ultime dichiarazioni pubbliche prima della sua scomparsa, Hellyer ha condiviso una prospettiva che si estende oltre i confini del nostro pianeta, toccando la preoccupazione cosmica che gli esseri extraterrestri nutrono nei confronti della capacità di autodistruzione dell’umanità. Secondo Hellyer, questi visitatori ultraterreni temono la possibilità che gli abitanti della Terra precipitino verso l’annientamento, un evento che desiderano disperatamente prevenire.

Articola una visione dell’universo come un’entità coesa, dove le azioni sul nostro punto blu si riverberano in tutto il cosmo, influenzando mondi lontani in modi che stiamo solo iniziando a comprendere. Il suddetro video non serve solo come testimonianza dell’eredità di Hellyer, ma anche come un appello a riconoscere l’interconnessione di tutta l’esistenza. Cosi’ diventa importante considerare le implicazioni del suo messaggio: che nel grande arazzo dell’universo, non siamo attori isolati ma parte di un tutto più grande e interconnesso, le cui scelte risuonano ben oltre la nostra percezione immediata.

Va tuttavia allacciato, al tema alieno approfondito nell’articolo in questione, anche il parere e la prospettiva di eminenti religiosi e liberi pensatori, tra cui monsignor Carlo Maria Vigano’: egli rimarca l’identita’ extraterrestre come una sorta di demoni, che si differenziano dall’uomo in quanto estremamente dissimili dal Dio pantocratore. Dio ha dotato l’umanita’ di un’anima che secondo l’ecclesiastico Vigano’, non dispongono questi arcani alieni che probabilmente controllano l’umanita’ per mezzo della devozione dei suoi amministratori massimi. Essendo l’uomo ad immagine e somiglianza di Dio, dispone di un libero arbitrio che i seguaci di Satana non posseggono, di una capacita’ creativa e non distruttiva deittica unicamente di Cristo Dio incarnato nell’uomo. Ecco la cagione che vedrebbe dei demoni occultati dietro sembianze “aliene” eternamente presenti nel mondo, asintotici rispetto all’operato dell’umanita’. Tuttavia probabilmente in grado di manipolare ed influenzare gli uomini posti all’auge del potere politico, finanziario e grand’industriale, relegando l’umanita’ in una condizione di semischiavitu’ e perenne entropia ed indigenza. Per i vescovi ed esponenti vaticani maggiormente in vista nei meandri della controinformazione, e’ vitale scongiurare minacce, invasioni e problemi alieni, unicamente pregando in modo reiterato Cristo re e salvatore, il Rosario della Madonna, ed attenersi ai Comandamenti bibblici.

A detta di numerosi analisti indipendenti e pensatori disallineati, la minaccia aliena consiste in una montatura governativa per innalzare la pressione fiscale alludendo all’esigenza di nuovi e migliori armamenti bellici, e per unire il mondo e le religioni sotto un’unica direzione e regia mondiale, denominara NWO. In realta’ non ci sarebbero, secondo molteplici persone anche estremamente informate, pericoli e personalita’ extraterrestri in grado di elidere il pianeta, bensi’ demoni ed angeli che si scontrano in modo discreto, mantenendo un equilibrio mondiale.

Lascia il tuo commento
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail