Il Cts si sbilancia: weekend in lockdown per tutti

Gli esperti avrebbero anche segnalato la necessità di ridurre l’incidenza per ristabilire il contact tracing.

Rafforzare le misure per le zone gialle, con l’obiettivo di ridurre i contatti tra le persone; zone rosse locali con misure molto più severe rispetto ad oggi, il modello da seguire è Codogno, chiusure nei fine settimana, come già fatto durante le vacanze di Natale. Sono alcune delle indicazioni che, secondo quanto si apprende, gli esperti del Comitato tecnico scientifico hanno dato al governo alla luce dell’aumento dei contagi.

Estendere la campagna vaccinale a più soggetti possibili e nei tempi più brevi possibile: è questa una delle soluzioni che, secondo quanto si apprende, sarebbe emersa nel corso della riunione del Comitato tecnico scientifico. Per gli esperti c’è la necessità di potenziare il sequenziamento del virus per individuare prima possibile le varianti ed evitare nuovi casi di contagio.

“Non si vaccina quando c’è alta trasmissione del virus perché così facendo si favorisce l’emergere di varianti resistenti al vaccino. Per questo credo che il provvedimento sul tavolo del Cts vada nella direzione giusta, cercare di spegnere la trasmissione e cercare di vaccinare più persone possibili“,queste le parole di Crisanti. Rispetto alle possibili soluzioni secondo Crisanti “è improponibile un lockdown generalizzato seguito da altro lockdown e altro lockdownCi vuole un piano chiaro preciso e che sia l’ultimo. Per farlo serve un piano nazionale finanziato per il monitoraggio delle varianti e potenziare il sistema di sorveglianza perché anche tra se qualche mese saremo vaccinati, non sarà così nel resto del mondo e – ha concluso Crisanti – dobbiamo assicurare agli italiani la possibilità di potersi spostare all’estero”.

Nel frattempo Bolzano prolunga ancora con un settimana di lockdown. L’unico problema è se chiudere o aprire, il problema finanziario sembra non essere preso in considerazione da nessuno, al termine di tutto avremo un bollettino di guerra che non riguarderà più il Covid -19 ma riguardare le aziende che hanno deciso di chiudere sul tutto il territorio nazionale. Probabilmente con un piano finanziario adeguato si sarebbe potuto evitare questa debacle economica.

Iscriviti alla nostra newsletter!

[newsletter_form type=”minimal” lists=”undefined” button_color=”undefined”]
Lascia il tuo commento
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail