Il chiodo fisso di Renzi: la prescrizione dei reati

Di Domenico Panetta

Seconda giornata di lavoro  del tavolo programmatico di iniziativa del presidente della Camera Roberto Fico sulla base del mandato esplorativo da lui ricevuto dal Presidente della Repubblica. Nella giornata di ieri i lavori sono terminati alle 21.00. Tema principale la riforma della giustizia.

Renzi vuole un cambio di rotta, nel mirino l’impostazione del Guardasgilli e capodelegazione al governo per i 5S Bonafede.

IV intanto ha ripresentato alla Camera il lodo Annibali, un emendamento che sospende per un anno la riforma sulla prescrizione (tanto cara al buon Matteo Renzi) Ma non solo. Il partito capitanato da Matteo Renzi vorrebbe che tutto fosse messo per iscritto mentre gli alleati desistano da tale proposta. Sono gli Europeisti a parlare e dicono che non c’è da aspettarsi alcun documento, quello che sono tutti chiamati a fare è “verificare” l’accordo sul nome da portare al Colle. Che per loro, come per Pd, M5S e Leu è Conte. Ma sul quale Iv non si è ancora esposta. Il non esporsi fa intendere che con molta probabilità anche Italia Viva possa essere favorevole ad un Conte Ter, salvo sempre il “piccolo dettaglio” del lodo prescrizione.

Lascia il tuo commento
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail