E’ assurdo ma dichiarato irrefutabilmente vero da Janet Ossebard ed i suoi collaboratori, il dato che attesta Hitler quale figlio non riconosciuto di un anziano barone Rotschild: la madre di Hitler infatti era la fantesca di questo canuto uomo iper facoltoso, la quale in seguito al parto fu messa in sposa ad un anonimo lavoratore che mai ammise la sua paternita’ verso Adolph Hitler. Se poi si allude, come fa la Ossebard nel documentario Crolla Cabala crolla, al fatto che non appena il venerando Rotschild spiro’ il giovane Hitler fu destinatario di una mole invero simile per grandezza, di denaro ed inizio’ una irreversibile cavalcata verso il potere, ebbene i sospetti e verita’ occulte si coniugano in un percorso arcano. Nella situazione di Hitler desta sconcerto quanto egli non abbia intaccato gli averi ingenti, dei Rotshild ed altre plutocrazie ebraiche, che ebbero modo tranquillamente di rifugiarsi in America intestando soldi, proprieta’ e partecipazioni, a catene di prestanomi tedeschi. Da qui si evince quanto Hitler stesso sia stato soggetto ad un’opera massiccia di strumentalizzazione che lo ha fomentato a decimare in maniera schiacciante gli ebrei tedeschi ed italiani.

Secondo scritti desecretati risalenti al periodo antecedente la Seconda Guerra Mondiale, la carneficina degli ebrei era stata preparata dal vero, grande potere, in modo da legittimare la presa della Palestina in qualita’ di stato di Israele; inoltre l’intento della strumentalizzazione su Hitler e il potere crescente, dal punto di vista finanziario, della Germania, consisteva nella subordinazione fallita della Russia.

Insomma nel meccanismo hitleriano di promulgazione involontaria di Israele in seguito alla Shoah, si e’ inceppato un ingranaggio, ossia il processo che vuole la Russia dominata dalle plutocrazie che controllano il mondo. Lo stesso copione che in modo altalenante si verifica con la caduta dell’Urss, la penetrazione militare Nato in Ucraina fino alle porte di Mosca; con le sanzioni alla Russia e l’ampliamento dell’Europa introiettando le Repubbliche Baltiche. 

Mentre si dovrebbe impetrare per troncare la bramosia di conquistare la Russia che confluisce in venture e per fortuna fallite, guerre mondiali, va asserito che odiernamente la Russia risulta l’unica nazione libera al mondo. Che i Rotschild e le altre oligarchie finanziarie organizzano la conquista della Russia da secoli, con strumentalizzazioni e finanziamenti di propri affini e parenti, desta sconforto ed impone riflessioni amare.

Lascia il tuo commento
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail