Grillo bacchetta gli “scissionisti”

 Il fondatore di 5STelle ritorna senza peli sulla lingua. Nella trincea di guerra scavata da una parte da Giuseppe Conte e dall’altra dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Il “SANTO” del movimento, ieri descritto da chi ci ha parlato, come furioso per le tensioni oggi riprende le fila del discorso e ammonisce: «Chi non crede più nel nostro progetto lo dica chiaramente». Senza espedienti. e aggiunge: «La luce del sole è il miglior disinfettante. Luce sia, dunque, sulle nostre ferite, sulla palude e sull’oscurità. Qualcuno non crede più nelle regole del gioco? Che lo dica con coraggio e senza espedienti. Deponga le armi di distrazione di massa e parli con onestà».

«Quando il MoVimento fece i primi passi – prosegue il fondatore M5s – Steve Jobs chiese agli studenti di Stanford di accettare la morte come agente di cambiamento della vita e disse loro “ora il nuovo siete voi, ma un giorno non troppo lontano da oggi, diventerete gradualmente il vecchio e verrete spazzati via. Scusate se sono così drastico, ma è vero». La sua Apple è oggi diventata la piùc grande impresa del mondo e la Silicon Valley resta la culla dell’innovazione tecnologica. Ma nella vicina Arizona c’è anche una foresta pietrificata da milioni di anni. Siamo tutti qui per andarcene, comunque, ma possiamo scegliere di lasciare una foresta rigenerata o pietrificata», conclude Grillo

Foto Imago Economica

Lascia il tuo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *