Gevi vince e convince

Di Stefano Apollo – foto pagina facebook Gevi

Vittoria importante ma soprattutto convincente degli azzurri di Pancotto contro il Sassari in un Palabarbuto finalmente caloroso che alla fine ha applaudito la buona prestazione fornita.
Napoli che parte un po’ contratta e Sassari che ne approfitta segnando ripetutamente dall’arco dei tre punti; ma i partenopei dopo il 2-8 del 3′ minuto, reagiscono restando in scia fino al primo break con un positivo Dell’Osto e le triple di Davis e Stewart, oltre al solito Williams sotto le plance, 23-25.


Napoli diventa devastante nei primi 5 minuti del secondo quarto con un parziale di 16-2, che ribalta completamente il risultato grazie al grande Stewart, da 11 punti nel quarto, 39-27 .
Massimo vantaggio al 7′ sul 47-32 e tifosi in delirio: la reazione sarda consente di ridurre il distacco all’intervallo sul 52-44.
Nella ripresa si aspetta la reazione degli uomini di Piero Bucchi, ma i partenopei sono in serata di grazia ed allungano al minuto 8′ al massimo vantaggio 74-53 , sempre in controllo di gioco e risultato.
Terzo quarto che si conclude sul 77-58.
Ultimo parziale con gli azzurri che tolgono il piede dall’acceleratore e Sassari ne approfitta nel finale per limare il distacco e soprattutto per difendere lo scarto rispetto alla gara di andata. Partita che termina col punteggio di 93-83.
Ottima prova di squadra della Gevi che ha fatto esordire anche Young, ancora un poco fuori dai giochi in attacco, ma con pochi allenamenti svolti assieme ai compagni. Note super positive da parte di Stewart autore di 22 punti con 4-5 da tre punti, un ottimo Dell’Osto, 7 per lui, ed un concreto Davis 14 punti con tre triple.
La nota stonata è lo 0-5 ai liberi di un generoso e combattivo Jacorey Williams doppia doppia per lui,16 punti e 10 rimbalzi ,ma tirare i liberi in quel modo per un professionista di serie A di basket è quanto meno rivedibile.


Soddisfazione nell’entourage partenopeo che vuole proseguire il suo percorso verso una salvezza tranquilla, cercando di capire se si può arrivare a qualche altro innesto di qualità.

Lascia il tuo commento
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail