Nella scuola materna ed elementare di Napoli Agazzi, si e’ verificato una settimana fa un caso di contagio Covid, da parte della madre di un bambino di quattro anni e mezzo: cio’ ha causato la chiusura con quarantena di dieci giorni di tutta la classe dove staziona il bambino, e il divieto di incontro di altri bambini durevole dieci giorni, da parte dei compagni di classe del pargolo risultato positivo al Covid.

La classe del bambino napoletano contagiato di Covid dalla madre dopo la chiusura di undici giorni, riaprira’ giovedi’ 29 ma con la piacevole novita’ di non effettuare tamponi ai bambini. Infatti questa procedura e’ stata definita traumatica per gli infanti, da parte di una dovizia di medici, per cui le autorita’ sanitarie campane hanno optato per un nuovo protocollo di cura e riammissione scolastica, in relazione al Covid: protocollo esente dal tampone, con obbligo per i bambini contagiati o quelli in quarantena, di non mischiarsi agli altri bambini, ma possibilita’ di uscita e vicinanza verso gli adulti, a meno che i bambini non abbiano lamentato i sintomi di malore relativi al Covid.

Lascia il tuo commento
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail