È partita la guerra delle criptovalute

La TON Foundation ha da poco lanciato un canale dove è possibile trovare e pubblicare offerte di lavoro relative all’ecosistema TON. Il canale è questo: @tonhunt. Mentre qui il bot: @tonhunt_bot con il quale pubblicare offerte di lavoro relative al mondo TON.

Calzature e pelletteria Cassino

Per dei developer, ma non solo, in cerca di progetti interessanti, innovativi, sfidanti, e’ possibile avviare quel bot in privato ed iscriversi a quel canale. E’ a tal proposito in composizione il web 3.0…

Canale: Le Antiche Pergamene di TON
Gruppo: The Open Network Unofficial. Qui si promuove quotidianamente un tipo di Bitcoin sedicente piu’ sicuro, piu’ agevole, democratico ed arricchente; oltre che piu’ evoluto. Toncoin è stato integrato con il sistema di pagamento di IvendPay: esso è un sistema di pagamento che permette di pagare beni e servizi con le più importanti criptovalute, e da un po’ è stato aggiunto il supporto per $TON (The Open Network).

Nei suddetti gruppi Telegram sono disponibili video dimostrativi in cui viene mostrato come avviene il pagamento con TON. È un metodo di pagamento praticamente istantaneo, e soprattutto è semplicissimo; grazie ai molteplici wallet estremamente intuitivi presenti per interfacciarsi con TON.

IvendPay è anche disponibile per gli e-commerce. L’adozione di massa si dice fosse vicinissima.

TON e le criptovalute sono estremamente rivoluzionarie. È la prima volta, nella storia dell’umanità, che è possibile inviare e ricevere qualsiasi importo di denaro a chiunque e dovunque senza dover chiedere il permesso ad una banca o ad un governo.

Canale: Le Antiche Pergamene di TON ed il
gruppo: The Open Network Unofficial si presentano come le piattaforme di conoscenza, scambio ed azione relative questo tipo di Bitcoin sotto l’egida e l’abbrivio di Telegram. Esiste un gruppo di ragazzi super appassionati di TON (The Open Network) e ne seguono lo sviluppo fin dagli albori.

The Open Network (TON) è la criptovaluta figlia del progetto GRAM dei fratelli Durov (Pavel Durov e Nikolai Durov, creatori di Telegram).

Dopo le vicende con la SEC, che hanno costretto i fratelli Durov a sospendere il progetto, ecco che nasce TON, il continuo di quello stesso progetto; stavolta con un approccio diverso, libero, open-source, ma con lo stesso team, e ancora più ambizioso.

E’ Telegram la principale piazza di confronto, aggiornamento e costituzione clientele per l’ecosistema monetario delle criptovalute.
Per i principianti si spiega approfonditamente ed in modo chiaro la blockchain. Prosegue la discussione dei vantaggi di TON focalizzando la discussione sul Proof of Stake e il perché secondo il nostro punto di vista dei suoi fautori e’ un’alternativa migliore al classico Proof of Work.

Detto questo, sono sicuro i post dei summenzionati gruppi fungono quasi da bugiardini e offrono molti spunti di riflessione.
I programmatori di questo progetto Sperano di intavolare discussioni costruttive con i membri e di costruire una graziosa community ed esortano ad entrare nel gruppo: Le Antiche Pergamene di Ton. TON passerà da PoW a PoS.

Analizzando la differenza tra i due metodi di mining/staking emerge cio’:si puo’ controllare su tonmon.xyz – in basso c’e’ la sezione PoW Givers Balances in cui trovare le informazioni.

Un metodo ancora più semplice è direttamente in Telegram, tramite @tonnetworkbot, o ancora, sul github qui: https://ton-blockchain.github.io/mining-status/

Al momento le stats sono quelle che visibili in screenshot, in quanto approssimativamente mancano 49 giorni al passaggio verso il PoS.
Cosi’ viene auspicato in un bell’aumento del prezzo di TON visto che i miners smetteranno di dumpare.

Oggi e’ disponibile uno speciale progetto NFT. Ossia TON Animals Red List (con un proprio canale Telegram), è il primo progetto NFT sulla piattaforma TON, sincronizzato con Telegram, e in più premia chi detiene (come si dice in gergo, hold) tali NFT con dei TON.

Il canale è in inglese, ma e’ possibile tradurlo facendo click sul messaggio e cliccando “Traduci”. Sono arrivati a raccogliere 560.000$ dollari per la collezione in questione.

Sembra sia uno dei progetti che si distingue dai soliti NFT senza un senso, è davvero probabile che si ampliera’ prima o poi.

La lista degli NFT si focalizza sulla creazione di NFT relativi agli animali facenti parte di specie in via d’estinzione, in particolare una parte importante della lista dell’IUCN (Unione internazionale per la conservazione della natura), questo progetto si focalizza principalmente, non su tutte le specie della lista ma sulle specie che hanno bisogno più di tutti dell’aiuto umanitario: le specie in

Lascia il tuo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *