Di Antonio Zichichi e Francesco Paolo Tondo

Sabato 11 novembre 2023 si celebravano a Erice i 60 anni della Fondazione Ettore Majorana e Centro di Cultura Scientifica (@fondazionemajorana) da me fondata nel 1963. In questi sei decenni di attività sono passati per le nostre aule oltre 160.000 studenti da tutto il mondo, migliaia di professori, ricercatori, luminari della scienza e 158 Premi Nobel per condividere con i giovani il loro sapere, elevando la Fondazione a eccellenza nel settore, riconosciuta a livello mondiale. In occasione di questo anniversario verrà firmato da tutti gli scienziati e direttori delle scuole presenti l’addendum al Manifesto di Erice redatto nel 1982 da me, Paul Dirac e Pëtr Leonidovič Kapica per una scienza al servizio dell’uomo e non delle nazioni, con l’intento che ogni nuova scoperta venga sempre condivisa con tutto il mondo scientifico.
L’iniziativa gode del patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Interverranno tra gli altri il Ministro dell’Università e della Ricerca Anna Maria Bernini (@berniniannamaria), il Presidente della VIU (@univiu) Umberto Vattani e il Presidente dell’INFN (@infn_insights) Antonio Zoccoli.

Majorana ha costruito un macchinario particolare che prende il suo nome, in grado di assicurare energia ad ufo ed infinita, trasformare oggetti in altri, come ad esempio feci in oro, anche, trasportare uomini e cose in un’altra dimensione assicurandogli, in tal caso, ringiovanimento. Sembra fantascienza ma questi dati sono effettivi e comprovati. Ettore Majorana con molta evidenza, si e’ nascosto in un convento per eludere il suo ipotetico forzoso impiego, nella produzione di armamenti bellici letali per il mondo e l’umanita’. E’ stato, il genio napoletano equivalente a Tesla, in grado di attuare perfino l’annichilimento della materia, ossia la propria distruzione immediata e mirata, oppure la sua assolta modificazione in base ai dettami umani. Ettore Majorana e’ stato pedinato per tutta la vita dai servizi segreti pressoche’ dei maggiori paesi occidentali, che numerose volte hanno confiscato il proprio macchinario in grado di salvare il mondo, ma ignari della esatta sua formula di funzionamento. Majorana da cattolico integerrimo reclamava unicamente protezione ed opulenza diffusa per tutti i popoli, in caso di cessione privata o statale, dei segreti relativi alla sua mirabile “macchina”: una macchina che unicamente il piu’ fidato consigliere di Ettore Majorana, ossia Rolando Pelizza, sa adoperare nei conosciuti quattro stadi. Il Pelizza odiernamente ottuagenario, per adoperare la leggendaria “Macchina di Majorana” antepone unicamente le medesime garanzie del suo inventore: utilizzo esclusivo per fini civili benefici come nella produzione di energia libera, gratuita infinita, la creazione di oro grosso modo illimtato, la trasmutazione della materia in materia proficua per la collettivita’; una certa deontologia in relazione alla possibilita’ di viaggi nel tempo.

Majorana e’ tutt’ora il principale scienziato italiano ed europeo, alla luce anche della scoperta effettuata al principio del secolo scorso, del neutrino ancora in fase di sviluppo presso il Cern: ovvero quello definito “neutrino di Majorana”, con cui l’uomo, analogamente a Dio, puo’ creare e modificare la realta’ in guisa fisiologica.

La macchina di Majorana e’ in grado di plasmare la realta’ in modo non artificiale, e risolvere problematiche sesquiedali ed annose quali il Buco dell’ozono.

A Majorana ne’ ai suoi seguaci, e’ stata garantita protezione o condivisione dei prodotti della invenzione che meglio lo caratterizza, alla comunita’ internazionale. Anzi il genio italiano ed i suoi collaboratori, sono stati molteplici volte incastrati con false notizie ed accuse infondate. Dettagli su Majorana e le sue scoperte, sono accessibili gratuitamente a questo link https://youtu.be/HqOeklR0w9g?si=6IqC5GT0LusmEnArhttps://youtu.be/HqOeklR0w9g?si=6IqC5GT0LusmEnAr. Presto sul canale Rumble Francescotondo1986.

Nella fondazione di Majorana si puo’ scorgere la preziosissima macchina e la formula incompleta del suo funzionamento. Dalle epistole del Majorana e Pelizzi, riaffiorano verita’ paradossali che dimostrano anzitutto la loro veridicita’, ma anche che il Majorana fino al 2006 fosse vivo, da centenario, e che avesse compiuto la mase di trasmutazione temporale prevista dal suo macchinario. Da allora non si sa nulla di questo religioso e scienziato, che aborriva l’utilizzo militare della scienza ed il suo controllo assoluto da parte di agenzie di delatori ed enti governativi e privatistici, che ne inibiscono i benefici per tutti.

Lascia il tuo commento
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail