Alfa Romeo batte Porsche: Elkann non scherzano

Alfa Romeo batte Porsche: è il marchio premium ad offrire più qualità. Il marchio nato a Napoli e corroborato a Milano batte Porsche e si fregia del titolo come marchio premium anche più in aumento, dal punto di vista commerciale, tra America e Nord Europa, rispetto ai suoi antagonisti tedeschi, francesi, inglesi, svedesi. Anche in Italia il Biscione si impone fra i nuovi acquirenti.
Andrea Senatore su Club Alfa redige che Alfa Romeo Tonale ha ottenuto un risultato sorprendente nella classifica di qualità iniziale (IQS) di JD Power, uno dei più prestigiosi riconoscimenti nel settore automobilistico. Il marchio italiano si è infatti piazzato al primo posto tra i brand premium ed al terzo posto nella classifica generale, superando concorrenti come Porsche, Lexus e BMW.
La classifica di JD Power si basa sulle risposte di oltre 93.000 acquirenti e locatari di veicoli nuovi del model year 2023, che sono stati intervistati nei primi tre mesi di possesso. Lo studio valuta il numero di problemi per 100 veicoli (PP100) in nove categorie: infotainment; funzioni, comandi e display; esterni; assistenza alla guida; interni; motore; sedili; esperienza di guida; e clima. Un punteggio più basso riflette una qualità più alta. Inoltre, un dittico di video che scorrazza su Youtube, mostra la superiorita’ nella tenuta di strada in curva fra una Stelvio ed una Audi Q7 penultima serie: in cui l’Audi finisce sul muretto sebbene il modello esaminato non fosse l’ attuale. Ancora sul circuito tedesco del Nurburbring una Giulia Gta tiene dietro una 6 modello Rs che come velocita’ di punta e’ superiore della principale tra le Giulia, senza riuscire, la Audi Rs6, a superarla od affiancarla per l’intero arco della competizione.

https://instagram.com/where_fashion_is_art?igshid=MWQ1ZGUxMzBkMA==

Secondo lo studio americano, la qualità dei veicoli nuovi sta peggiorando, con un aumento record di 30 PP100 negli ultimi due anni. Nel 2023, la media dell’industria è di 192 PP100, con un incremento di 12 PP100 rispetto al 2022 e di 18 PP100 rispetto al 2021. Il calo di qualità è attribuibile a diversi fattori, come il maggiore utilizzo e penetrazione della tecnologia; la continua integrazione di sistemi audio problematici in altri modelli nuovi; i clacson dal suono scadente; i portabicchieri che non svolgono la loro funzione; e i modelli nuovi con 11 PP100 in più rispetto ai modelli precedenti. Alfa Romeo ha invece dimostrato un miglioramento record rispetto al 2022, quando si era classificata al 25° posto nella classifica generale. Nel 2023, il marchio ha ottenuto un punteggio di 118 PP100, il migliore tra i brand premium e il terzo tra tutti i brand, preceduto solo da Dodge (110 PP100) e Kia (115 PP100). Il modello che ha contribuito maggiormente a questo successo è stato lo Stelvio, il SUV recentemente rinnovato. Dodge ed Alfa appartengono allo stesso produttore e la componentistica endogena risulta la medesima; cio’ ha consentivo l’introduzione di cambi automatici per Alfa, di medesima fattura e qualita’ rispetto a Mercedes, che su questo versante, si pone su un gradino superiore anche di Audi egemonica nelle vendite. Frattanto i materiali tecnologici sciorinano prezzi sempre maggiori e difficolta’ di approvvigionamento in un contesto in cui Alfa Romeo conserva un prezzo inferiore rispetto alle sue nemesi. Cio’ in questa fase in cui i costi del gas sono in ascesa e caricare il climatizzatore delle auto dai 60€ dell’anno scorso e’ offerto dai 65 ai 90, di Euro.

https://instagram.com/where_fashion_is_art?igshid=MWQ1ZGUxMzBkMA==

“Questo risultato è motivo di grande orgoglio per Alfa Romeo, naturale conseguenza dell’eccezionale lavoro svolto da tutto il team – ha commentato Jean-Philippe Imparato, amministratore delegato del marchio -. L’estrema attenzione che poniamo alla qualità inizia nei nostri stabilimenti in Italia e rimane al fianco del nostro cliente. Questi risultati dimostrano che siamo sulla strada giusta”.

Alfa Romeo in America e’ venduta solo nelle versioni di Tonale e Stelvio piu’ veloci, ed a benzina.
All’opposto della classifica si trovano invece i brand emergenti nel settore delle auto elettriche, come Tesla, Rivian, Polestar e Lucid. Questi marchi hanno ottenuto i peggiori punteggi di qualità iniziale, con Tesla che ha registrato ben 321 PP100. Questi brand hanno sofferto soprattutto per problemi legati all’infotainment, alla guida autonoma ed alla ricarica delle batterie.

Vocabolario

*Egemonica: nella prima posizione.

*Antagonisti: avversari.

*Endogena: interna.

Lascia il tuo commento
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail